Lettera aperta di una coppia mista - Il divorzio in Italia
Il divorzio in Italia - non fatelo, restate sotto lo stesso tetto !

Siete sposati ? Il vostro matrimonio non funziona ? State pensando di cambiare vita ?
Non fatelo! Soprattutto se la vita con vostra moglie è conflittuale!
Si avete capito bene, se il rapporto con la moglie che "vorreste" lasciare è conflittuale non fatelo. Restate con lei.
Oggi in Italia per essere liberi da un matrimonio fallito bisogna essere benestanti e passare sotto 2 forche caudine: la separazione ed il divorzio.
Se questi 2 passaggi sono conflittuali, tutto il processo dura 4 anni e 2 mesi, in altre parole 50 mesi, in altre parole ancora 1500 giorni !!
Potete cioè risposarvi con un altra donna solo dopo 1500 giorni dall'inizio della separazione con la precedente moglie.
Un caso tutto italiano, siamo gli unici al mondo, abbiamo un primato ineguagliabile. E' come se la vita media degli italiani fosse di 400 anni, i più longevi in Europa !

La mia attuale compagna è Serba, vorremo sposarci. Vi garantisco che per spiegarle che in Italia esiste prima la separazione (3 anni) e poi il divorzio (un altro anno) ci ho messo due settimane buone. Ancora oggi (sono al 1440° giorno dalla mia separazione) mi guarda con sospetto non sapendo se dare dell'idiota a me che non conosco le leggi per cui mi trovo in questa situazione, o dare del fantascientifico alle leggi italiane!
La cosa più incredibile sono i commenti della gente comune. Molti tendono a spiegarmi e a convincermi che tutto questo è giusto perché è nel mio interesse. "Questi 3 anni di separazione servono per essere totalmente sicuri che la storia con tua moglie sia finita Alessandro" mi dicono con sicumera "... serve del tempo per sapere se c'é la possibilità che magari un domani ritorni da lei".

Viviamo in un torpore mentale con giustificazioni da anni '50 e pensiamo di essere i più intelligenti del pianeta avendo noi la procedura di divorzio migliore in Europa e nel Mondo. E' incredibile !
Non ci rendiamo conto invece che siamo indietro di 500 anni almeno e che il mondo nel frattempo è andato avanti, si è evoluto.
Se si arriva ad una separazione, la storia con la propria moglie è totalmente finita. Una separazione non è una scelta facile da intraprendere e se la si è presa ci sono delle motivazioni forti. Inoltre se ad esempio nel 5% delle separazioni c'e' un ricongiungimento (il dato me lo sono inventato, sicuramente è più basso), ma perché l'altro 95% deve pagare questo prezzo ?!

Ecco perché oggi mi trovo circondato da coppie di fatto. Conosco molte mia amiche incinta o con bambini che non sono sposate (mia sorella compresa). Un matrimonio è un percorso difficile di natura, in più le leggi lo rendono ancora più complicato, cosi complicato da spaventare la gente che vorrebbe farlo.
Altri invece, non potendo essere liberi di risposarsi convivono con le nuove compagne o compagni con tutti i diritti negati che ne conseguono. Nonostante la presenza di una nuova compagna tutti i diritti vanno alla ex moglie che durante il periodo di separazione è ancora moglie a tutti gli effetti !
Ho sentito la nuova proposta di legge sul divorzio breve. Solo un anno di separazione alle coppie che non hanno figli minori. Ma perché ? Pensano che io scappi da mia figlia ? In realtà potrei farlo anche se il divorzio durasse 20 anni ! Serve questo a costringere la gente ad essere buoni padri e buone madri ?

Continuo a non capire il paese dove vivo ma soprattutto continuo a non capire come mai le persone che hanno deciso di sposarsi debbano essere torturate legalmente e ingiustamente in questo modo.
Adesso capisco come mai molte coppie sposate continuano a vivere sotto lo stesso tetto pur avendo relazioni extraconiugali.
E' questo che vuole il nostro paese ? Alimentare l'ipocrisia della gente ?

Alessandro A.
Il dramma delle coppie miste formate da cittadini italiani e cittadini stranieri
La battaglia delle coppie miste - Honda Transalp
Questo sito internet è dedicato a tutte le coppie miste